Rivoluzione Cristiana diventa ufficialmente il partito delle donne

La direzione di Rivoluzione Cristiana è terminata con l’approvazione della riforma dello Statuto

Rotondi: «Prende forma il partito delle donne»

Ha avuto luogo la direzione nazionale di Rivoluzione Cristiana. L’Assise si è aperta con la relazione del segretario, Gianfranco Rotondi, che ha rilanciato la candidatura di Silvio Berlusconi alla guida del governo: “Berlusconi non è un candidato di bandiera, ma la personalità che può unire di nuovo il Paese. Oggi prende forma il partito delle donne. Alla direzione di Rivoluzione Cristiana sono giunte le segretarie regionali di nuova nomina e molte segretarie provinciali. Non solo giovani donne sono impegnate ma anche mature signore e persino una nobildonna milanese, coetanea e  amica di giovinezza del presidente Berlusconi”.

Nel corso della relazione alla riunione della direzione di Rivoluzione Cristiana Gianfranco Rotondi ha poi spiegato il successo di Grillo: ‘”Grillo è stato abile a inventare un movimento in grado di intercettare un mercato elettorale potenziale, fabbricato scientificàmente da dieci anni di trasmissioni antipolitiche: Rai e Mediaset hanno fatto propaganda per Grillo attivamente e senza nessuna contraddizione”.

La direzione di Rivoluzione Cristiana è terminata con l’approvazione della riforma dello statuto: “Adesso siamo ufficialmente il solo partito che in tutte le province per statuto deve essere guidato da una donna; saranno assicurate le quote azzurre e valorizzate le esperienze degli amici, che fin qui hanno rappresentato il partito”. Infine Rotondi ha commentato i primi exit poll tedeschi con alcuni dirigenti di partito che si sono fermati, dopo la fine della direzione: “Complimenti alla Merkel. Dove governa la Dc è progresso e dunque successo. Oggi come ieri, anche in Italia, il futuro è assicurato dalla rinascita di un forte partito di ispirazione cristiana”.

LINK alla fonte