Rivoluzione Cristiana; il Partito delle Donne anche in regione Campania

Presentato il partito di Rivoluzione Cristiana a Napoli

.. che vede i vertici provinciali e regionali esclusivamente donne della società civile.
“Gianfranco Rotondi – segretario politico di Rivoluzione Cristiana”
La quota rosa si può organizzare in tanti modi tu la donna la puoi mettere solo per decorare un tavolo maschile invece noi facciamo un partito tutto di donne guidato da donne per realizzare una rivoluzione in questo senso cristiana e democristiana perché nel 1948 furono le donne a portare la DC alla maggioranza assoluta.
I comitati civici erano guidati dalle donne di azione cattolica e parlo in una città che ha eletto sindaco una di quelle donne: la Rosetta Iervolino che è una donna di sinistra ma può essere certamente un esempio anche per donne cattoliche di orientamento diverso.
La democrazia cristiana ci deve essere nel centrodestra perché c’è sempre stata c’è Forza Italia c’è la destra c’è la Lega ma ci vuole anche una forza democratico cristiana se possiamo realizzarla insieme all’UDC è meglio perché uniti si è più forti.

Giornaliste avvocati docenti pronti a scendere in politica per il partito delle donne.
 “Maria Rosaria Sica – coordinatrice provincia di Salerno di Rivoluzione Cristiana”
Un impegno importante ci ha riflettuto tanto perché chi mi conosce sa che faccio la giornalista da da vent’anni e di conseguenza da 20 anni ho raccontato il territorio dato voce a chi voce non l’aveva; ho denunciato e raccontato davvero quello che accadeva quotidianamente. Questo non significa smetterò di farlo anzi lo farò in una veste diversa, forse con un ruolo diverso che mi consentirà magari anche di dare una mano in più quindi non solo raccontare ma magari attraverso i deputati parlamentari senatori che saranno eletti potremmo arrivare a chi può ascoltarci.
Il partito al femminile oggi serve perché se pensiamo soltanto che secondo 92 comuni della provincia di Napoli solo quattro sono donne quindi sono sindaci donna e ci rendiamo conto che forse ce ne è bisogno così come a Salerno su 158 comuni pensate soltanto sette sono governati da donne, quindi ben venga un partito al femminile se ci darà la forza e l’entusiasmo e la grinta per poter dare e poter far ascoltare la nostra voce è quella del territorio.
“Giampiero Catone” – segretario nazionale di Rivoluzione Cristiana”
Cambia totalmente la geografia politica innanzitutto perché abbiamo un 50 per cento dei nuovi parlamentari idealmente votati dal popolo perché fondamentalmente i partiti questa volta si dovranno confrontare; non c’è un partito solo che vince ma indubbiamente ci sarà una larga coalizione.
E’ come se tornassimo un attimo alla prima repubblica; sarà la bravura o meno dei leader di partito farci che si torni veramente ad una politica così come c’era nella prima repubblica ma io credo che poi in effetti ci siano anche delle nuove leve molto più volenterose nel potrà comunque un aiuto è un contributo alla nazione rispetto ai parlamentari uscenti, credo che ci sia un la grande moria di parlamentari uscenti.
Quello che noi dobbiamo fare è cercare di portare gente più qualificata, ma soprattutto gente che abbia realmente voglia di non occupare una poltrona ma di fare qualcosa.
“Anna Mollo – coordinatrice regione Campania di Rivoluzione Cristiana”
Io come donna ovviamente facendomi aiutare da tutto il team e delle donne contiamo di avvicinarci alla politica in un modo completamente diverso con una veste nuova con la nostra tenacia con il nostro amore con la nostra passione con la nostra forza quindi cerchiamo di portare avanti dei valori sia dei valori cristiani sia dei valori proprio democratici che ci permettono insomma di vedere la politica di un altro punto di vista.
LINK alla fonte